acqui archi acquedotto

Archi dell’acquedotto romano di Aquae Statiellae

Andrea Rostagno,  
2014-03-12 08:20:34

Gli archi dell’acquedotto romano si ergono appena fuori dall’abitato di Acqui Terme lungo la sponda destra del fiume Bormida e costituiscono uno degli elementi più caratteristici del panorama acquese.La costruzione dell’acquedotto romano può essere fatta risalire alla prima età imperiale, forse addirittura all’epoca augustea (inizi I secolo d.C.). Si conservano attualmente due ampi tratti della struttura originaria, composti rispettivamente di sette e otto piloni in muratura, a base quadrangolare, rastremantisi progressivamente verso l’alto con una serie di riseghe regolari, per un’altezza di circa 15 metri. I piloni reggono arcate a sesto ribassato (ne rimangono quattro) di m 3,35 di raggio, alla cui sommità è situato il condotto destinato allo scorrimento dell’acqua. È il meglio conservato fra tutti i monumenti di questo tipo ancora esistenti nel territorio dell’attuale Piemonte e uno degli esempi di acquedotto di epoca romana più significativi dell’intera Italia settentrionale.Il percorso dell’acquedotto si sviluppa per una lunghezza complessiva di circa 12 km, a partire dal bacino di raccolta delle acque situato in località Lagoscuro (comune di Cartosio), attraverso la valle dell’Erro (lungo la destra orografica dell’omonimo torrente), la regione Marchiolli (dove probabilmente attingeva da altre sorgenti della zona di Rocca Sorda e dove si è esplorato, in località La Maddalena, un lungo tratto di conduttura) fino alla sponda sinistra del Bormida, con un salto di quota complessivo di circa 50 metri. In questo primo tratto, il tracciato è quasi interamente sotterraneo ed è costituito da un condotto a sezione rettangolare, intonacato o rivestito di cocciopesto al proprio interno, realizzato in opera cementizia (strutture in ciottoli fluviali o piccoli blocchi di arenaria legati con malta tenace) e coperto da una volta a botte oppure da lastre di arenaria sovrapposte di piatto o disposte a doppio spiovente.Nella parte terminale, a partire dalla regione Marchiolli, all’altezza dell’attuale strada statale del Sassello - dove forse esisteva anche un bacino di decantazione delle acque (piscina limaria) - proprio per la necessità di attraversare l’alveo del fiume Bormida, venne realizzata la grandiosa costruzione in elevato, i cui resti ancora oggi si conservano, raccordata direttamente alla parte sotterranea del condotto. Nel suo complesso, la struttura originaria in elevato doveva essere costituita, calcolando lo spazio da superare e l’ampiezza degli interassi, da almeno una quarantina di piloni, attraverso i quali l’acquedotto faceva il suo ingresso monumentale nell’abitato antico di Aquae Statiellae.

L'acqua che nutre e caratterizza.

www.acqui.musei.it/lacquedotto-romano/

https://it.wikipedia.org/wiki/Acqui_Terme

www.cittaecattedrali.it/it/bces/204-area-archeologica-dell-acquedotto-romano







Content licensed under

Comments


Contact info
Archi dell’acquedotto romano di Aquae Statiellae
Corso Bagni, , Acqui Terme, (Alessandria), Piemonte, Italy
Biglietteria costo: gratuito
Orario: tutti i giorni dall’alba al tramonto
Prenotazioni tipo: Nessuna
Telefono: 0144.770272.300 (Comune - Uff. Cultura)
Hotels around Acqui Terme
159 m -> Corso Bagni 46 Acqui Terme (it)
372 m -> piazza Italia 1 Acqui Terme (it)
774 m -> Viale Acquedotto Romano 44 Acqui Terme (Italy)
776 m -> Viale Acquedotto Romano 44 Acqui Terme (it)
1 km -> Via Passeggiata Dei Colli 1 Acqui Terme (it)
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Archi dell’acquedotto romano di Aquae Statiellae
130 m
La piscina romana
Acqui Terme, la piscina romana
200 m
Fontana "scalinata d'acqua"
Acqui Terme, corso Vigano
216 m
Falegnameria Repetto
Acqui Terme, via Casagrande
222 m
Stabilimento termale Nuove terme
Acqui Terme, stabilimento termale Nuove Terme
251 m
Gazzana Restauri
Acqui Terme, via Jona Ottolenghi
282 m
Castello dei Paleologi
Acqui Terme , Castello dei Paleologi
OpenData Info
ente Compilatore:
UFFICI DI DIRETTA COLLABORAZIONE DEL MINISTRO
sorgente:
DBUnico2.0
proprieta:
Comune
orario:
tutti i giorni dall’alba al tramonto
sitoweb:
http://www.acquimusei.it/
email:
cultura@comuneacqui.com
telefono:
0144.770272.300 (Comune - Uff. Cultura)
ente Gestore ruolo:
Gestore
ente Gestore codifica:
alfabetico
ente Gestore sorgente:
DBUnico2.0
biglietteria costo:
gratuito
prenotazioni tipo:
Nessuna
file mibacid:
43902
Location Address:
Corso Bagni
City Name:
Acqui Terme
Country Name:
Italy
Country Official Name:
Italian Republic
Country Capital:
Rome
Country Phone Code:
39
Country ISO3:
ITA
Country ISO2:
IT
Country Area KM2:
301336
Impor From:
DBUnico 2.0
Import URL:
http://dbunico20.beniculturali.it/DBUnicoManagerWeb/dbunicomanager/searchPlace?regione=Piemonte&quantita=1000&offset=0
Licences Data Name:
Attribution 3.0 Unported
Licences Type:
CC BY 3.0
Licences Version:
3.0
Licences URL:
http://creativecommons.org/licenses/by/3.0/
Regions Name:
Piemonte
Divisions Name:
Alessandria
Continents Name:
Europe
Currency Name:
Euro
Languages Name:
Italian
Blog

Paesaggi sonori

  Il territorio parla a chi, facendo silenzio, desidera ascoltare. I paesaggi non sono soltanto per gli occhi, ma anche ...

Guglielmo Caccia detto il Moncalvo

Il più illustre e famoso personaggio storico a cui il Paese di Montabone ha dato i natali è sicuramente Guglielmo Caccia...

Augusto Monti

Il 'professore' per antonomasia nasce a Monastero Bormida terra di langa al confine con l'Appennino ligure ed il Monferr...

OpenGeoData School a Monastero Bormida

Con i piedi per terra e la testa nel cloud Durante il primo incontro del OpenGeoData School al percorso coordinato da Ca...

I paesaggi culturali... della signora Piera

Camminiamo  e incontriamo la testimonianza vivente delle radici del luogo… La signora Piera ci guarda e ci invita ad avv...


openGeoData School
Powered by: #mappiamo