Il-Castello

Il Castello

Davide Gamba,  
2016-11-06 01:16:52

Il fiume si insinua fino a pochi metri dalla torre meridionale del castello, a dimostrazione che l'edificio non nasce a scopo difensivo bensì, evidentemente, come corpo abazziale.

In origine monastero era composto dalla torre campanaria, dalla chiesa (due colonne dai capitelli romanici si vedono ancora trasformate in fontana in uno dei cortili) e da un corpo di fabbrica corrispondente più o meno all'attuale perimetro interno del cortile, dove si notano piccole finestre medioevali a tutto sesto, probabili punti luce delle celle monastiche.

Il primo intervento importante di cui si abbia notizia certa risale agli anni 1394-1405, quando i marchesi Antonio e Galeotto Del Carretto sostengono ingenti spese per fortificare il paese. E' presumibile che in quell'occasione sia stata operata la più profonda trasformazione dell'edificio, mutandone sostanzialmente la forma.

Il risultato attuale si raggiunge però solo dopo rimaneggiamenti barocchi e rinascimentali, non tali comunque da stravolgere nei caratteri fondamentali la linea tardo-trecentesca conferita dai Del Carretto.

L'edificio si colloca attualmente nella piazza inferiore del paese, alla quale si può accedere salendo per una caratteristica alzata a ponte (il Puntet), attraverso una delle porte di ingresso della antica cinta muraria; la piazza mantiene ancora in parte l'antica pavimentazione in pietra fluviale. Il prospetto est è composto da una serie di strutture coordinate costruite in epoche diverse, tra i quali spicca una loggetta rinascimentale a due arcate con colonnina centrale in pietra.

Il lato ovest, sulla piazza della torre, presenta, a coronamento del muro, una sottile parete a mattoni pieni con fregio geometrico in rilievo in basso. La facciata principale rivela invece una completa rielaborazione seicentesca, fregiata da imponenti lesene di gusto barocco. Di qui, attraverso un ampio porticato con volta a crociera (sulla destra si vede ancora l'arco gotico che costituiva l'ingresso originario), si penetra nel cortile interno dell'edificio, dominato dal doppio scalo ne che, a sinistra per chi entra, porta al complesso di terrazzi del primo piano, dove si aprono diverse porte d'ingresso, tra cui una, murata, sicuramente trecentesca.

L'interno - visitabile in estate in occasione della rassegna Castelli aperti - è una successione di ampie camere con pavimenti a mosaico e soffitti a vela e a crociera di cui alcuni affrescati a motivi floreali e geometrici o con figure femminili, talvolta mitologiche. Il secondo piano è raggiungibile attraverso due diverse scale: una principale a duplice rampa, che conduce all'appartamento, oggi abitazione privata nella parte meridionale; l'altra, secondaria, che partendo da un angolo del terrazzo del primo piano porta alle torri e al sottotetto del blocco nord. I sotterranei, raggiungi bili da varie entrate direttamente aperte sul cortile interno, sono caratterizzati dalla fusione di elementi architettonici diversi, fra i quali comunque risaltano le pavimentazioni e i soffitti a crociera della fine del XIV secolo.

Di particolare rilevanza nel complesso architettonico è la torre. Giunta fino a noi in ottime condizioni, ha però rischiato alla fine del XVIII secolo la demolizione perché bisognosa di profondi lavori di restauro. Alta 27 metri, presenta su tutti i lati quattro ordini con fregi e archetti pensili, in mattoni i due inferiori e in pietra quelli superiori. In alto si aprono due ordini di finestre con arco a tutto sesto, di cui quelle inferiori in conci bicolori. 

Merita anche un cenno la parte sotterranea recentissimamante restaurata in cui si possono ancora vedere i resti di un mulino e del basamento si un torchio.

 

Informazioni tratte dal sito del Comune di Monastero Bormida







Content licensed under


Comments


Hotel reservation
4 km -> Regione Quartino 6 Calamandrana (Italy)
9 km -> Regione Quartino 6 Calamandrana (it)
11 km -> Località Quartino 1 Melazzo (it)
11 km -> Via Airaldi 29 Spigno Monferrato (it)
12 km -> Regione Mariano Nr. 22 San Marzano Oliveto (Italy)
Punti di interesse correlati
Vicino a:
Il Castello
13 m
Comune di Monastero Bormida
Comune di Monastero Bormida
18 m
La sagra del Polentone
Monastero Bormida
33 m
Castello di Monastero Bormida
Piazza Castello, 1,, 14058, Monastero Bormida, (Asti), Piemonte, Italy
65 m
Il ponte medioevale
Monastero Bormida
73 m
OpenGeoData School 2017
Monastero Bormida
Blog

Paesaggi sonori

  Il territorio parla a chi, facendo silenzio, desidera ascoltare. I paesaggi non sono soltanto per gli occhi, ma anche ...

Guglielmo Caccia detto il Moncalvo

Il più illustre e famoso personaggio storico a cui il Paese di Montabone ha dato i natali è sicuramente Guglielmo Caccia...

Augusto Monti

Il 'professore' per antonomasia nasce a Monastero Bormida terra di langa al confine con l'Appennino ligure ed il Monferr...

OpenGeoData School a Monastero Bormida

Con i piedi per terra e la testa nel cloud Durante il primo incontro del OpenGeoData School al percorso coordinato da Ca...

I paesaggi culturali... della signora Piera

Camminiamo  e incontriamo la testimonianza vivente delle radici del luogo… La signora Piera ci guarda e ci invita ad avv...


openGeoData School
Powered by: #mappiamo